L'ATTORE NUDO E CRUDO

INSEGNANTE - MAURIZIO LOMBARDI

Novembre 2021. WORKSHOP SULLA RECITAZIONE DAL TITOLO

"L'ATTORE NUDO E CRUDO" 

 

L’ATTO CREATIVO

 

L’essenza di se stessi, di chi siamo e cosa abbiamo a disposizione per raggiungere l’obiettivo della scena, del testo e dell’intera opera. 

 

Raffinare e rafforzare le proprie peculiarità, difetti, qualità, punti deboli, punti forti, attitudini psicofisiche, per prendersi quei sottilissimi momenti, dove è possibile creare qualcosa di profondo e unico. 

 

Centrare il momento o più momenti dove il testo, le battute e la regia non possono intervenire, ma subiscono il processo creativo dell’Attore che porta di conseguenza all’Arte della recitazione. 

 

L’Atto creativo e performativo è di proprietà esclusiva dell’Artista che nasce dal suo vissuto, dal suo vivere ma soprattutto dal fantastico, dalla fantasia che ci porta dal mondo ordinario ad abitare lo straordinario. 

 

Mi piace pensare ad una bellissima composizione di parole,  “Vuoto Cosmico”, dove Abbandono e Controllo coesistono in Armonia. Il “Vuoto Cosmico” darà vita alla performance che comunicherà al pubblico la propria poetica. 

 

Lo spettatore viene sorpreso e dentro ogni singola persona che guarda lo spettacolo si forma lo stupore. Solo in quel preciso momento, desiderato e non subito, lo spettatore decide di venire con noi e inizia il dialogo biunivoco tra l’Attore e il suo pubblico.

 

RIASSUMENDO

 

Il lavoro è mirato sulla responsabilità che un Attore deve prendersi per generare il suo momento creativo innescando la connessione tra  l’essenza di se e il pubblico. 

 

CONCLUSIONI

 

Gli attori possiamo definirli Atleti delle Emozioni e per lavoro studiano, si allenano, si spingono al limite per poter educare il corpo, la voce e l’inconscio a gestire le emozioni lasciarsi andare in esse e creare qualcosa, anche piccolo infinitesimo ma fondamentale per la vita. 

Foto Maurizio.jpg
Maurizio volantino.jpg
Workshop Maurizio 2.jpg
Workshop Maurizio 1.jpg